Mercoledì, Luglio 18, 2018
Text Size

Solo per lo staff: Accedi alla WebMail     Seguici anche su: 

Lunedì, 18 Giugno 2018 20:30

Juniores nazionale - Riccardo Vono e la sua entrata nel mondo del professionismo

Scritto da

L'INTERVISTA - Il giocatore rossoblu del Gozzano tra amichevoli con l'Entella e convocazione nella rappresentativa U18 si affaccia in grande mondo, dove le possibilità di sbagliare sono poche. "Il mio obiettivo è quello di trovare spazio nel mondo del professionismo e dimostrare alla società che posso giocare in serie C". Abbiamo intervistato Riccardo Vono, classe 2000 del Gozzano, che ci racconta come ha affrontato tutte le nuove proposte che gli sono arrivate e come è riuscito ad affacciarsi e ambientasi nel mondo dei “grandi”

 

 

Ciao Riccardo! Innanzitutto, com'è nata la tua passione per il calcio?

Ciao! La mia passione per il calcio è nata fin da quando ero piccolo e questa passione mi è stata trasmessa da mio papà


Quali altre maglie hai vestito oltre quella del Gozzano?

Prima di venire qui a Gozzano, sono stato all'Omega e al Baveno

 

Nel tuo percorso calcistico c'è stato un allenatore particolare a cui devi la tua crescita calcistica?

 Si, certo che c'è stato! È' il mister Guerino Molle che mi allenava a Baveno. Lui mi ha aiutato molto nella mia fase di crescita calcistica

 

Come ti trovi a Gozzano con i tuoi compagni e il tuo allenatore? E come valuti la tua stagione?

 Mi trovo bene con tutti i miei compagni e con il mister. Per quanto riguarda la mia stagione credo sia stata molto positiva, visto che sono arrivato secondo con la Juniores Nazionale e vinto un campionato di serie D

 

A Gennaio il tuo direttore sportivo Casella ha rifiutato il tuo trasferimento alla primavera del Toro: come l'hai presa?

 Si abbiamo rifiutato il trasferimento alla primavera del Toro, ma la decisione è stata presa insieme alla società. Avevamo concordato che la scelta migliore fosse continuare ad allenarsi con i più grandi

 

In questi giorni si parla molto del fatto che tu abbia giocato un'amichevole con la maglia dell' Entella segnando al Genoa, hai partecipato al raduno U18 e sei nella rappresentativa U18 per il torneo “Angelo Dossena”, quindi sarai l'unico piemontese ad affrontare il Chievo Verona e l'Atalanta. Che effetto ti fa entrare nel mondo dei “grandi”?

 Riguardo all'amichevole con l'Entella è stata un'esperienza fantastica. Inoltre sono molto contento di rappresentare il Piemonte; questo vuol dire che il lavoro svolto dalla società nei miei confronti ha dato dei risultati.
Entrare nel mondo dei “grandi” non stato affatto facile. Sono il più piccolo, ma grazie all'aiuto dei veterani sono cresciuto. I più grandi mi hanno aiutato davvero molto, facendomi sentire a mio agio.

 

Quali sono ora i tuoi obiettivi? Può essere possibile che il prossimo anno giocherai in serie C con il Gozzano?

L'obbiettivo che mi sono posto è quello di giocare nei professionisti. Per quanto riguarda la serie C , sta alla società decidere, io dovrò dimostrare di stare al passo con una realtà così grande.

 

Concludiamo con una curiosità: c'è un giocatore famoso a cui ti ispiri?

Si, Kevin De Bruyne a livello internazionale, a livello nazionale mi ispiro a Baselli del Torino

 

Letto 3305 volte Ultima modifica il Martedì, 19 Giugno 2018 12:55